Conclusione progetto scuola-lavoro

Siamo giunti al termine di questa esperienza di scuola-lavoro che ha visto i ragazzi del Liceo Classico Alfieri coinvolti nelle attività lavorative del nostro centro.
La presenza di questi ragazzi a scuola ci ha dato molto pertanto grazie a chi ha partecipato!
Ecco a voi alcuni dei lori pensieri a conclusione del progetto:

asl-lavagna

NOI GIOVANI ALL’ALBERO DI ANTONIA

Siamo quattro ragazzi di terza superiore, o meglio dire, del primo liceo, poiché frequentiamo un liceo classico. Il liceo classico Vittorio Alfieri di Torino. Da quest’anno abbiamo iniziato il nuovo progetto di “scuola-lavoro”, a cui tutte le scuole superiori italiane dal terzo anno devono aderire. In quanto studenti di un liceo che prevede poi il proseguimento degli studi in un’università, riteniamo che questo progetto possa esserci meno utile che a scuole come istituti tecnici che sono indirizzati verso il mondo lavorativo; tuttavia la troviamo un’esperienza utile e costruttiva per chiarirci le idee sul lavoro. Pensiamo però che possa essere positivo anche aggiungere laboratori più attuali quali laboratori giuridici, informatici, aziendali, contabili, bancari ecc…

Noi come “scuola- lavoro” abbiamo scelto di frequentare i laboratori proposti dalla scuola di lingua dell’Albero di Antonia. in primo luogo  siamo stati subito colpiti dalla presenza di giovani insegnanti, il che troviamo molto positivo; troviamo anche che siano stati molto disponibili e pazienti ad accoglierci e a farci integrare con questa nuova attività. La scuola è anche comoda poiché vicina ad una stazione metro e non è molto grande e ciò ci ha permesso di lavorare di più e meglio, anche se alcune volte abbiamo riscontrato dei fraintendimenti. La varietà dei corsi è ottima e soprattutto il corso di Curriculum Vitae (Cv) in lingua straniera (spagnolo\francese e inglese) che risultava utile in ogni campo lavorativo e ci ha permesso di conoscere le dinamiche del mondo del lavoro. Abbiamo anche apprezzato il fatto che gli insegnanti parlassero quasi esclusivamente nella lingua straniera, aiutandoci con i vocaboli. Gli insegnati sono stati molto empatici e l’ambiente è tranquillo e sereno, anche in corsi più impegnativi come la segreteria o il marketing. L’osservazione delle lezioni potrebbe coinvolgerci di più ma sicuramente è una scuola in cui i bambini si trovano bene e si divertono molto imparando. Pertanto il nostro giudizio è positivo, sia sul progetto di “scuola-lavoro” in generale, sia sulla scuola e sull’accoglienza ricevuta dall’Albero di Antonia.

Caterina Mazza, Simona Nazeraj, Lacidogna Giorgio e Groppo Alessandro.

UN’ESPERIENZA DA RICORDARE

Sempre sommersi dallo studio e da altri impegni, e con le idee troppo poco chiare per fare la scelta adeguata, per noi ragazzi (e forse specialmente per noi, alunni del liceo classico) l’alternanza scuola lavoro, più che un’esperienza formativa è un modo per avvicinarci ad un mondo -quello del lavoro vero-che non ci appartiene, una vera e propria sofferenza. Noi tuttavia, siamo stati fortunati.

L’Albero di Antonia, infatti,  è subito apparso come un luogo ricco di possibilità, accogliente e allegro.  La disponibilità dello staff i sorrisi dei bambini  la passione degli insegnanti hanno contribuito a rendere questa esperienza piacevole e indimenticabile. Abbiamo avuto la possibilità di scegliere il tipo di laboratorio più adatto ai nostri gusti come lesson planning, marketing, realizzazione del C.V, attività di segreteria e osservazione delle lezioni .

Ciao, sono Matteo: ho frequentato il corso di lesson planning e l’ho trovato utile per osservare da vicino il modo corretto di insegnare ai bambini e per stare a contatto con un ambiente insolito ormai per me, che mi ha permesso, però, di ritornare con il pensiero alla mia infanzia.

Ciao sono Alice:  prima di partecipare al corso per la realizzazione del C.V,  non sapevo esattamente come scrivere un curriculum vitae, pensavo che dovesse essere molto lungo e dettagliato, invece partecipando a più incontri, ho capito che  è tutto il contrario e gli insegnanti mi hanno anche aiutato a realizzarne uno in spagnolo, molto utile se vorrò andare all’estero.

Ciao, sono Rachele. Ho sempre creduto che il lavoro di segretario fosse noioso e ripetitivo. Dopo la mia esperienza qui, però, mi sono ricreduta: ho scoperto, infatti, che è un’attività molto impegnativa, richiede notevoli capacità organizzative e capacità di relazionarsi con altre persone. Ammetto che è un lavoro piuttosto stancante, ma, se vissuto con lo spirito giusto, può essere mooolto divertente!

Ciao, sono Rebecca. Ho deciso di venire qui per lavorare con i bambini, cosa che da sempre mi ha incuriosito. E’ stato pesante, ma il colore che subito t’investe quando entri e le persone amiche che rivedi dopo un’altra giornata stressante, ti appaga per il tuoi sforzi. E’ stata un’esperienza più che piacevole!!!!!

Ovviamente il nostro percorso non è stato esente da imprevisti e difficoltà, ma nonostante tutto possiamo affermare di aver davvero apprezzato la nostra esperienza qui.

Matteo Careglio, Alice Pisacane, Rachele Rosso, Rebecca Rizzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...