SUMMER CAMP 2018

Welcome.jpg

LUNEDI’ 18 – VENERDI’ 29 GIUGNO

Per 2 settimane, i Summer Camp si svolgeranno nelle stesse modalità e con gli stessi costi della nostra sede anche presso la bellissima sede de La Vita al Centro – Strada del Nobile 86/92 – Torino
Il pranzo verrà consumato presso la mensa della scuola e sarà un pasto biologico e vegetariano, come la merenda.
Le attività verranno condotte dal nostro staff docente plurilingue e qualificato
per l’insegnamento delle lingue straniere.

PER TUTTE LE INFORMAZIONI CHIEDETE IN SEGRETERIA!

SUMMER CAMP 2018

giovanigenitori-il-frutto-permesso.jpg

8-15 LUGLIO 2018

L’albero di Antonia propone un soggiorno estivo per ragazzi fra i 10 e i 13 anni presso l’agriturismo Il frutto permesso Via del Vernè 16, Bibiana (TO).
I ragazzi saranno seguiti con particolare attenzione dal nostro staff docente plurilingue e avranno l’opportunità di frequentare dei laboratori interamente in lingua inglese.

Verranno approfonditi diversi argomenti attraverso attività ludico-didattiche come role play, laboratori di scrittura creativa, teatro, attività in cerchio e a squadre, musica e molto altro.

Tre mezze giornate saranno dedicate ad attività didattiche organizzate in agriturismo, con visita all’azienda, prova di equitazione, laboratorio del pane e del succo di frutta…

Saranno serviti pasti preparati con prodotti biologici certificati e di produzione in loco.

PER TUTTE LE INFORMAZIONI CHIEDETE IN SEGRETERIA!

UNA DIDATTICA ALTERNATIVA

shutterstock_101557276-600px-400px

La nostra esperienza all’albero di Antonia ha avuto un riscontro ampiamente positivo, avendoci permesso non solo di conoscere un ambiente scolastico alternativo a quello frequentato abitualmente, ma anche di poter esplorare nuove opzioni in campo lavorativo.

Il metodo educativo adottato ci ha colpito particolarmente per la grande interazione tra bambini e insegnanti, i quali dimostrano competenza e grande capacità relazionale, riuscendo così a coinvolgere i bambini durante le lezioni strutturate non solo con classici metodi frontali, ma in modo dinamico e originale.

Possiamo dunque affermare che, tra le varie ore che abbiamo svolto in questa scuola, quelle che ci hanno maggiormente entusiasmato sono state quelle in cui abbiamo partecipato attivamente alle lezioni interagendo con i bambini.

Un’altra attività che abbiamo trovato utile è stata quella relativa al CV in inglese, mentre meno proficua quella inerente al Curriculum nella seconda lingua, siccome nessuno di noi ne ha una conoscenza approfondita.

Abbiamo inoltre apprezzato l’incontro finale tenuto dalla dirigente scolastica riguardante l’orientamento in ambito professionale, durante il quale abbiamo simulato un colloquio di lavoro, utilizzando le strategie che ci sono state consigliate.

Uno dei pochi aspetti che ci risulta negativo può essere individuato nell’organizzazione generale del progetto scuola-lavoro che non sempre permette agli studenti di conciliare impegni scolastici e “lavorativi”, anche a causa della scarsa collaborazione dei docenti scolastici in merito.

Elisabetta, Federica, Stefano