La Nostra Storia

IMG-20150619-WA0015

L’albero di Antonia nasce nel 2004, con sole due aule, in zona Pozzo Strada.

In una decina d’anni, si è evoluta e specializzata nell’insegnamento delle lingue straniere arrivando ad un numero sempre maggiori di studenti. Da qui, la necessità di cambiare sede: oggi ci trovate in Via Medici 40.

Anche il personale è cresciuto, in proporzione ad un’offerta formativa sempre più ricca e diversificata.

Inoltre, numerosi e di prestigio sono i riconoscimenti ufficiali che la nostra scuola, con orgoglio e impegno, ha conseguito: nel 2017 AISLI, nel 2018 Regione Piemonte e da maggio 2019 siamo diventati un centro atorizzato Cambridge Assessment English per offrire uno dei corsi per docenti più prestigiosi a livello mondiale: Cambridge CELTA.

PERCHE’ ALBERO DI ANTONIA?

Tutti, almeno una volta, ci siamo chiesti da dove provenga il nome di questa scuola: sta di fatto che questa sia una delle domande più frequenti qui all’Albero.

Ebbene, dopo questa lettura, ogni vostro dubbio sarà estinto!

Partiamo sfatando un mito: nessuno, nemmeno la direttrice, si chiama Antonia (ma sul nome torneremo dopo).

L’idea di base era quella di un albero che, partendo dalle radici, trasporta il nutrimento fino alle foglie più giovani sui rami. Un po’ una metafora di quello che succede qui a scuola, se vogliamo: gli insegnanti “nutrono” i loro studenti attraverso la gioia dell’insegnamento, un tronco robusto e stabile, creando così un magico luogo, l’albero, un riparo all’insegna dell’apprendimento in serenità.

Il nome Antonia è stato poi preso in prestito dal film del 1995 diretto da Marleen Gorris “Antonia” (in italiano tradotto come “L’albero di Antonia” in riferimento all’albero genealogico della protagonista). La pellicola narra la storia di una giovane donna vedova che, tornando nel suo paese di origine, costruisce una grande famiglia attorno a sé, in particolare grazie all’appoggio reciproco e alla solidarietà fra donne.

Ora, chi ci segue da tempo forse ricorderà che, per un lungo periodo, il logo della nostra scuola era proprio una bambina che legge al riparo di un grande albero. Ecco, immaginate che quella bambina sia proprio Antonia!

Nel tempo il logo si è evoluto, fino a diventare l’albero delle lingue che vedete oggi, dove ogni foglia rappresenta un colore e una lingua diversa. Inoltre, il nome della scuola è stato scelto in italiano, in primo luogo perché inizialmente ciò che vedete oggi era anche un laboratorio di espressione corporea e teatro, ma soprattutto perché qui all’Albero l’insegnamento di ogni lingua ha la stessa importanza.